Tecnologia NFC: Sai Cos’è e a Cosa Serve?

 

L’utilizzo della tecnologia NFC si sta diffondendo e capita sempre più spesso di trovare questa sigla in posti diversi.

La tecnologia NFC è un meccanismo che serve per stabilire una connessione wireless tra dispositivi, senza bisogno di sincronizzazioni previe.

Con questo sistema aperto, ora si possono realizzare varie transazioni in tempo reale e in modo quasi istantaneo attraverso la convalidazione e identificazione di persone o dispositivi.

Continua a leggere e scoprirai tutto ciò che c’è da sapere sulla tecnologia NFC.

 

COS’È E COSA SIGNIFICA NFC?

NFC è l’acronimo di Near Field Communication, che in italiano significa Comunicazione in campo vicino, o in prossimità. Ciò significa che è una piattaforma aperta, che permette di eseguire una comunicazione istantanea attraverso la quale si possono trasferire dati tra dispositivi fino ai 424 kbit al secondo.

Questa tecnologia è caratterizzata dal funzionamento sulla frequenza di 13.56 MHz, che offre un’ottima velocità a raggio corto: funziona ad una distanza che non superi i 20 centimetri tra un dispositivo e l’altro.

Se comparata con tecnologie simili, come il Bluetooth, che arriva fino a vari metri di distanza, il suo funzionamento potrebbe sembrare un inconveniente, ma vedremo che ha i suoi vantaggi, in particolare per quanto riguarda la sicurezza dei dispositivi connessi.

come funziona nfc

Il punto forte di questo sistema è la velocità con cui realizza la comunicazione senza richiedere la sincronizzazione dei dispositivi. Inoltre, il suo utilizzo è molto sicuro e trasparente per tutti gli utenti.

In generale, tutti i dispositivi dotati di questa tecnologia sono in grado di ricevere e inviare dati in tempo reale.

 

NFC: COME FUNZIONA?

Il funzionamento della tecnologia NFC è abbastanza semplice e può essere di due tipi:

  • Modo Attivo, con il quale due dispositivi, entrambi dotati di NFC, creano un campo elettromagnetico per lo scambio d’informazioni. Questa modalità è molto simile al funzionamento del Bluetooth per la sincronizzazione dei dispositivi. Per esempio, quando un altoparlante wireless riproduce la musica di uno smartphone.
  • Modo Passivo, in cui un solo dispositivo è attivo e l’altro utilizza il campo magnetico che genera per passare i dati. Questo è l’utilizzo più diffuso, per esempio quando paghiamo al supermercato con il nostro orologio, il nostro smartphone o una carta contactless semplicemente avvicinandoli al terminale di pagamento.

 

NFC: A COSA SERVE?

La tecnologia NFC è ideale per lo scambio di dati senza fili tra un dispositivo e l’altro. Questa tecnologia offre un ampio ventaglio di possibilità, di cui vedremo qui le più importanti.

 

PAGAMENTI CON CARTA, CON LO SMARTPHONE O DALL’OROLOGIO

Questo è l’utilizzo più frequente e conosciuto della tecnologia NFC. Basterà infatti avvicinare il telefono, la carta (se dotata di chip NFC) o l’orologio intelligente al dispositivo di pagamento per far sì che il prezzo venga addebitato direttamente al conto in banca dell’utente e si stampi una ricevuta della transazione.

pagamenti nfc

Questo metodo di pagamento è comodissimo e rapido, ed è uno degli utilizzi preferiti di questa tecnologia.

Molte entità finanziarie hanno sviluppato le proprie piattaforme di pagamento, come anche i produttori di smartphone e cardiofrequenzimetri sportivi. Al giorno d’oggi, è ormai normale utilizzare applicazioni come Apple Pay, Garmin Pay o Fitbit Pay che permettono di effettuare pagamenti in questo modo.

google pay

 

IDENTIFICAZIONE

Questa è una funzione molto utilizzata dalle ditte e da qualsiasi tipo di luogo in cui si debba controllare l’ingresso e l’uscita delle persone.

In questo caso, si utilizza la tecnologia NFC per regolare l’accesso degli individui mediante una tessera di identificazione, che si tratti di edifici o dell’accesso ai trasporti pubblici. Per il funzionamento, basterà avvicinare la tessera, il telefono o un orologio intelligente al dispositivo di lettura.

È probabile che nel futuro questo tipo di utilizzo si diffonderà sempre di più, e stanno già iniziando a comparire nuove possibilità, come per esempio l’accesso a parcheggi senza bisogno di ticket o poter aprire la propria automobile solo avvicinando il telefono alla porta del conducente.

 

AUTOMATIZZAZIONE

I chips NFC si usano anche per automatizzare alcuni processi quotidiani.

Per esempio, nelle case intelligenti si possono utilizzare per attivare il WiFi automaticamente all’arrivo dell’utente, semplicemente avvicinando l’orologio o il telefono al dispositivo di lettura. È anche molto utile per attivare il Bluetooth quando saliamo in macchina.

 

SINCRONIZZAZIONE DISPOSITIVI

Questo è l’utilizzo per il quale supera in un certo modo il Bluetooth, dato che la tecnologia NFC permette la sincronizzazione automatica in maniera molto più rapida.

Per esempio, si possono attivare degli altoparlanti o un caricatore semplicemente avvicinandogli lo smartphone.

 

ORIGINI DELLA TECNOLOGIA NFC

La tecnologia NFC esisteva già da tempo quando ha iniziato a diffondersi, dato che è una variante dell’identificazione per radiofrequenza RFID, con la differenza che il nome è diverso ed è più limitata: come sappiamo, funziona solo a pochi centimetri di distanza.

Nell’anno 2004 nacque un’istituzione che ha come funzione quella di stabilire e controllare gli aspetti standard della tecnologia NFC. Si chiama NFC-Forum e include tra i suoi membri Nokia, Google, Paypal, Visa, At&t, Dell, Sony, Intel, Samsung e Microsoft.

NFC-Forum è responsabile dell’architettura, specificazioni e parametri operativi della tecnologia NFC. Inoltre, dà impulso allo sviluppo di protocolli per controllare il compimento delle specificazioni e educa gli utenti sull’utilizzo di questa tecnologia.

origini tecnologia nfc

Nell’anno 2006 le funzioni NFC arrivarono ai dispositivi mobili ed iniziarono a realizzarsi le prime connessioni wireless, fino ad arrivare a quelle conosciute al giorno d’oggi.

Qualche anno più tardi, questa tecnologia iniziò ad essere introdotta nei bracciali e orologi intelligenti, il che ha reso possibile l’esecuzione di varie azioni d’invio e ricezione immediata dei dati direttamente al polso.

Questa tecnologia è diventata particolarmente popolare nei cardiofrequenzimetri sportivi, dato che è molto comodo uscire ad allenarsi senza il portafogli e poter effettuare pagamenti direttamente dall’orologio.

 

NFC: È SICURO?

La tecnologia NFC, come qualsiasi altro meccanismo elettronico, ha un piccolo grado di vulnerabilità, giacché funziona per radiofrequenza e potrebbe permettere la copia dei codici del chip.

Tuttavia, questo è possibile solo se il dispositivo copiante si trova molto vicino, e le possibilità che succeda sono davvero pochissime, dato che, funzionando solo a 20 centimetri di distanza, sarebbe difficile introdurre un terzo dispositivo senza rendersene conto.

Inoltre, la sicurezza che offre questa tecnologia viene continuamente rinforzata dalle misure che adottano i fabbricanti dei chip NFC, come la crittografia SSL e le novità nel settore antifrode delle carte di credito e debito.

 

Spero che tu abbia potuto chiarire tutti i dubbi che avevi riguardo la tecnologia NFC.

E, visto che il nostro sito si specializza in cardiofrequenzimetri, qui sotto ti lascio una lista dei alcuni tra i migliori orologi fitness e cardiofrequenzimetri sportivi con NFC. Buon divertimento!

fitbit versa 2 opiniones
  • FITBIT VERSA 2
  • Peso: 32 g
  • Monitoraggio Attività 24 h
  • GPS
  • Sensore Ottico Pulsazioni
  • Resistenza all´acqua 50 m
  • Durata Batteria 5 giorni
  • WiFi + Musica + NFC + Alexa
  • Valutazione: 8.2 / 10
comparativa amazfit gts
  • AMAZFIT GTS
  • Peso: 25 g
  • Monitoraggio Attività 24 h
  • GPS
  • Sensore Ottico Pulsazioni
  • Resistenza all´acqua 1.5 m
  • Durata Batteria 45 giorni
  • Rilevazione dell´aritmia
  • Valutazione: 8.3 / 10
smartwatch suunto 7
  • SUUNTO 7
  • Peso: 70 g
  • Monitoraggio Attività 24 h
  • GPS + GLONASS + QZSS + Baidu
  • Sensore Ottico Pulsazioni
  • Resistenza all´acqua 50 m
  • Durata Batteria 2 giorni
  • Memoria Interna - NFC
  • Valutazione: 8.6 / 10
comparativo orologio sportivo
  • GARMIN VIVOACTIVE 4
  • Peso: 50.5 g
  • Monitoraggio Attività 24 h
  • GPS + GLONASS + Galileo
  • Sensore Ottico Pulsazioni
  • Resistenza all´acqua 50 m
  • Durata Batteria 7 giorni
  • WiFi + Musica + NFC
  • Valutazione: 8.8 / 10
reloj apple series 5
  • APPLE WATCH SERIES 5
  • Peso: 30-48 g
  • Monitoraggio Attività 24 h
  • GPS + GLONASS
  • Sensore Ottico Pulsazioni
  • Resistenza all´acqua 50 m
  • Durata Batteria 18 ore
  • Memoria Interna - NFC
  • Valutazione: 8.8 / 10

 

Ti può interessare
Sai qual è il miglior orologio Garmin? – Scopri tutte le funzioni del fitness tracker Xiaomi Mi Band 5 – Conosci i migliori cardiofrequenzimetri per iniziare a fare sport?